L'arte del vino, un omaggio a Vincenzo Reda


Francesco Meda, calabrese classe '54 e torinese di adozione, sollecitato dall'amico Veronelli, ha iniziato a dipingere col vino dal 1993. Utilizza prevalentemente vini italiani ed ha una debolezza per quelli frizzanti. Ama il colore del prosecco ma anche quello degli intensi rossi piemontesi e trentini. Per le sfumature ha scoperto la grappa. Confessa: "Ogni vino ha un suo colore. Io cerco di scoprirne ogni dettaglio, partendo anche dalla approfondita conoscenza delle vigne che l'hanno prodotto".
Queste sono alcune sue opere, molte delle quali presenti all'interno del The Med, uno dei più esclusivi ambienti di New Delhi, presso l'Hotel Radisson.













Qua sotto trovate anche un video


Posta un commento