L'Open Colonna di Roma ospita Slowine 2011


Una bella occasione per incontrare 50 tra le migliori cantine italiane, con un focus speciale sulle migliori realtà della nostra regione. Un momento di festa e di riflessioni attorno al presente e al futuro del vino italiano, da vivere insieme agli autori della Guida.

Il pretesto è la presentazione della versione internazionale di Slow Wine, la guida di Slow Food dedicata al vino, concepita esclusivamente per iPad.

L’occasione è quella di incontrare 50 tra le migliori cantine italiane, con un focus speciale sulle 12 migliori realtà del Lazio. In altre parole, conoscere vini e vignaioli selezionati dalla guida che ha rivoluzionato il mondo della critica enologica, raccontando il rapporto tra l’uomo e la terra, in un’inedita fotografia del vino italiano che va oltre la semplice degustazione

Programma della giornata

Ore 16 Degustazione di oltre 100 vini italiani prodotti da cantine che hanno ottenuto da Slow Wine 2011 la  Chiocciola e altri riconoscimenti.

Ore 18 Cibo, diritto e politica: dibattito con Carlo Petrini e Stefano Rodotà. Modera  Santo Della Volpe - Auditorium del Palazzo delle Esposizioni -.

Costo del biglietto: €30

Il biglietto comprende:

  • Guida Slow Wine 
  • Ingresso alla degustazione  
  • Ingresso alla mostra di Lorenzo Lotto presso le Scuderie del Quirinale.
In questa giornata dedicata al vino italiano secondo Slow Food, racconteremo il percorso tracciato dal progetto Slow Wine, le sue origini, il lavoro di preparazione dell'edizione 2012. Questa guida e' una risposta ad un pubblico sempre piu' consapevole ed alla ricerca di informazioni, piu' che di semplici valutazioni - afferma Marco Bolasco, amministratore delegato di Slow Food Editore. Le guide dei vini 'tradizionali' erano fatte di degustazioni comparate nelle sale d'assaggio, Slow Wine invece e' nata sul campo, calpestando terreni e incontrando gli attori del vino italiano. Perche' solo conoscendo il modo di lavorare, le persone e la filosofia dei vigneron si riesce a comprendere davvero la qualita' di un vino, tutti elementi di conoscenza che il semplice assaggio ad occhi chiusi preclude. In altre parole, la lezione del 'viaggio con lentezza' alla scoperta del terroir e del vino migliore e' ancora valida". 

"Slow Wine non e' solo una guida all'acquisto del prodotto ma anche ai territori dove e' nato. In questo si puo' definire 'figlia' della nostra esperienza di Terra Madre. La battaglia contro l'omologazione dei gusti e l'appiattimento delle caratteristiche organolettiche dei vini possa passare solo attraverso la conoscenza dei territori, dei vitigni e degli uomini che compongono il terroir italiano", aggiunge Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia.

Lo Slow Wine Day sara' un'occasione unica per entrare nel mondo racchiuso dentro una Guida che alle sale degli assaggi ha preferito "viaggiare con lentezza" su e giu' per la penisola e tracciare la prima fotografia reale della attuale situazione del vino in Italia. Per raggiungere questo obiettivo ambizioso Slow Wine ha infatti deciso di visitare tutte le cantine recensite, l'unico mezzo per poter conoscere a fondo le diverse realta' produttive italiane. Parliamo di 2.100 cantine visitate e 1.850 raccontate, 21.000 vini degustati, operando una selezione molto rigorosa sono stati recensiti esclusivamente i migliori 8.400. Tutto questo grazie a una squadra di 200 collaboratori che hanno calpestato migliaia di vigneti e realizzato altrettante domande e interviste vis-a'-vis con i viticoltori.

I biglietti sono acquistabili presso l’OPEN COLONNA Scalinata di via Milano 9A oppure in uno dei seguenti punti di tesseramento Slow Food Roma:

BULZONIViale Parioli, 34-36 06 8070494; DI BIAGIO Piazzale Jonio, 6-7 06 8109874; IL VINO DEL 99 Enoteca Via L. Albertoni, 80 06 53272283; EMPORIO DEL GUSTO Via Chiabrera, 58 06 5412480; TRIMANI Wine Bar Via Goito, 20 06 4469661; VITIS VINIFERA Via Tor de' Schiavi, 294 06 2593701; CUOCHEPERCASO Scuola di cucina Via Germanico 197 06 3216620

Fonte: AGI
Posta un commento