E' morto Marco De Bartoli


Non ci credevo quando ho letto la notizia, ero stato da lui in cantina a Gennaio. Un altro faro del vino italiano è mancato. Porterò il suo Vecchio Samperi per sempre nel cuore. Condoglianze alla moglie e ai suoi splendidi figli che dovranno continuare il suo percorso, quel faro a Marsala non si deve spegnere.


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho conosciuto Marco nel 1979 quando andavo ancora al liceo. La sua sfida-avventura allora era rivalutare il marsala, per molti degradato a quel liquoretto dolce da gustare a fine pasto,e riportarlo alla dignità di grande vino fino all'eccellenza del Vecchio Samperi De Bartoli.Mi ha trasmesso la passione per quel mondo e la consapevolezza che credendo in un progetto si può realizzare qualcosa di bello e duraturo che resta alla nostra terra a disposizione di tutte le generazioni future.
La Sicilia,oggi, perde un grande imprenditore vinicolo, un appassionato difensore della qualità e delle enormi potenzialità della sua isola che voleva fossero portate in giro dai siciliani di valore a testa alta.
Per me se ne va l'Amico ( con la A maiuscola)dal cuore immenso e di una rara generosità. Perdo una guida, un interlocutore colto, intelligente,sensibile,un "cavallo pazzo e incazzoso" a volte come me.Grazie Marco per tutto quello che mi hai dato. Non ti dimenticherò mai. Abbraccio la tua splendida famiglia alla quale sono profondamente legata, porterò per sempre nel mio cuore i tuoi insegnamenti,la tua grinta da fiero leone, il tuo affetto, le tue risate, il ricordo dei nostri innumerevoli incontri,il suono della tua voce che mi chiamava, ma anche la memoria dei giorni tristi,sconfortanti, le amarezze che comunque ci hanno trovati insieme, uniti a fronteggiarle con la forza della nostra amicizia sincera. Ciao Marco, mi mancherai. Gabriella Monteleone Cusimano

Andrea Petrini ha detto...

Bellissime parole, grazie

Anonimo ha detto...

Non sono un professionista del vino, ma un semplice amante di quello buono. Ho avuto il piacere di conoscere il Signor De Bartoli, per caso, durante una mia vacanza a Pantelleria ed ho visitato la sua cantina in contrada Bukkaram. Ammaliato dalla degustazione di alcuni suoi prodotti ed affascinato dal personaggio, decisi di ordinargli alcune bottiglie che mi avrebbe inviato a Firenze. Ma al momento della spedizione mi chiamo' per dirmi che avrebbe fatto personalmente la consegna perché di li a qualche giorno sarebbe stato di passaggio per andare a Verona al Vinitaly. Non potevo credere ai miei orecchi! Un gran personaggio del vino come lui che porta a me, persona a lui quasi sconosciuta, 10-12 bottiglie di vino; non certo l'affare del secolo!! E così e' stato. Mi sono visto arrivare a casa mia il grande Marco De Bartoli con 2 dei suoi 3 figli. Un gesto di grande umanità da parte di un uomo dal carattere apparentemente ruvido. Altri e più titolati hanno lodato le sue capacita' professionali uniche. Io ho voluto rendere omaggio a questo grande uomo con un episodio banale ma che dimostra la grandezza di un personaggio fuori dal comune e che ricorderò sempre con grande ammirazione e simpatia.

Andrea Petrini Percorsi di Vino Wine Blog ha detto...

Bellissima testimonianza, grazie!