Krug e l'etichetta senza solfiti

Una "piccola" dimenticanza che potrebbe costare cara. 
 
Moët Hennessy, leader mondiale nel settore dei vini ed alcolici di lusso che può vantare nel suo portafoglio le più grandi maison di Champagne, nel Regno Unito è stato costretto a ritirare alcune partite di Krug perchè l'etichetta non era conforme alle regole di diritto alimentare del Paese.

In particolare il ritiro è stato dovuto al fatto che la retroetichetta del famoso champagne era priva della menzione "contiene solfiti" che, come ben sa la Food Standards Agency, possono causare importanti reazioni allergiche a chi ne fosse intollerante. 


Secondo la nota della stessa azienda sono state rincasare bottiglie di Krug Grand Cuvee, Rosè, Vintage 2000, Clos du Mesnil 2000 e Clos d’Ambonnay 1998, etichette che si trovano per lo più tra le 120 e le 200 sterline, ma che possono arrivare anche a 1800 (come il Clos d’Ambonnay).
Posta un commento