Se nasce il Principato di Filettino io mi invento il loro vino


Il sito internet già ce l'hanno, lo stemma e la moneta pure per cui, visto che a Filettino stanno facendo le cose sul serio, mi candido a diventare consulente di vino del Principato.



La prima cosa che farei è creare il Vino del Principe.

A quelle latitudini, siamo a circa 1000 metri s.l.m., si farebbe sicuramente viticoltura di montagna, estrema, ma se piantano viti sull'Etna perchè non metterle anche a Campo Staffi? Col riscaldamento globale tra qualche anno anche a Filettino farà abbastanza caldo per cui, evviva la faccia, pianterei sangiovese grosso con esposizione sud. 
Magari, visti i chiari di luna a Montalcino di questi giorni, il Principato potrà tutelare finalmente come si deve questo vitigno e, con tutti i soldi che avremo, cloneremo Giulio Gambelli che ci farà da consulente per la creazione del "Fu Brunello", da invecchiare in anfora tanto prima o poi i tradizionalisti diventeranno modernisti e venderemo di più.

Avete in mente altre idee?


Posta un commento