Tre Bicchieri 2014 Lombardia

Con ben 23 vini premiati, quella del 2014 per la Lombardia è un’edizione da record. E il merito va soprattutto agli imprenditori del vino lombardi, che hanno dimostrato una straordinaria capacità di lettura della situazione economica e una grande capacità di fare azienda, cosa che in molte altre regioni ancora manca. Ciò che accomuna il vignaiolo e l'industriale con la passione del vino, che investe nella campagna per hobby, è sicuramente l'attenzione ai bilanci solidi e soprattutto alla qualità. Tutto questo è espresso in maniera efficacissima nella storia recente della Franciacorta, un distretto vinicolo che nasce appena cinquant’anni fa ma che è riuscito a raggiungere risultati straordinari negli ultimi trent’anni, confermato quest'anno con i suoi undici vini premiati. Seguono a ruota l’Oltrepò Pavese, il Lugana e la Valtellina, territori che confermano la Lombardia una delle regioni più importanti della nostra enografia.

Franciacorta Brut Blanc de Noirs ’09 Le  Marchesine
Franciacorta Brut Collezione Esclusiva Giovanni Cavalleri ’05 Cavalleri
Franciacorta Brut Emozione ’09 Villa
Franciacorta Brut Extrême Palazzo Lana Ris.’06    Guido Berlucchi & C.
Franciacorta Brut Nature ’09 Barone Pizzini
Franciacorta Cuvée Annamaria Clementi Ris.’05 Ca' del Bosco
Franciacorta Extra Brut ’07 Lo Sparviere
Franciacorta Extra Brut Vittorio Moretti Ris. ’06 Bellavista
Franciacorta Nature Enrico Gatti
Franciacorta Pas Dosé 33 Ris.’06 Ferghettina
Franciacorta Zero ’09 Contadi Castaldi
Lugana Brolettino ’11 Ca' dei Frati
Lugana Molin ’12 Provenza - Cà Maiol
Lugana Sup. Sel. Fabio Contato ’11 Provenza - Cà Maiol
OP Barbera Dodicidodici ’11 Castello di Cigognola
OP Brut Cl. ’08    Monsupello
OP Pinot Nero Brut Cl. 1870 ’09    F.lli Giorgi
OP Pinot Nero Giorgio Odero ’10 Frecciarossa
OP Pinot Nero Noir ’10 Tenuta Mazzolino
Valtellina Sforzato Ronco del Picchio ’09 Sandro Fay
Valtellina Sfursat 5 Stelle ’10 Nino Negri
Valtellina Sfursat Fruttaio Ca' Rizzieri ’09 Aldo Rainoldi
Valtellina Sup. Sassella San Lorenzo ’10 Mamete Prevostini
Posta un commento