I Rosati d'Italia secondo la guida Slow Wine 2013

Forse sono un po’ meno di cinquanta, ma comunque le sfumature di rosa che si possono trovare in qualche bicchiere di vino sono tantissime. Le abbiamo notate – durante gli assaggi della scorsa estate – nei Bardolino Chiaretto, nei Cerasuolo d’Abruzzo e nei Rosati provenienti dalle varie zone della Puglia. Vi proponiamo un excursus delle tre principali zone di produzione di una tipologia di vini da qualche tempo molto apprezzata dai consumatori.

La zona di Bardolino sta vivendo da qualche anno un momento felice, per la qualità crescente dei vini e per le ottime risposte del mercato. Cresce il numero delle etichette di Bardolino Chiaretto, sia nella tipologia di vini fermi (dove troviamo i risultati più convincenti) sia in quella dei vini spumanti, all’interno della quale si deve fare ancora largo un’idea più precisa di qualità.

In Abruzzo – aldilà della grande bottiglia di Valentini – abbiamo notato una maggiore qualità nelle bottiglie di Cerasuolo (che nel frattempo, con la vendemmia 2010, è assurto a Doc autonoma e non più tipologia associata al Montepulciano d’Abruzzo); una denominazione che qualche anno fa sembrava essere caduta nel dimenticatoio e che invece ora, per fortuna, può contare sulle rinnovate attenzioni di molte aziende.

La Puglia conferma la sua grande tradizione in tema di vini rosati con una serie di bottiglie godibilissime e decisamente economiche; è stato per noi difficile selezionare le etichette migliori perché la qualità diffusa riscontrata nei bicchieri è stata decisamente alta.

Questo il quadro generale: qui di seguito segnaliamo quei vini che, nelle rispettive tipologie, ci hanno particolarmente impressionato e che abbiamo voluto evidenziare per i nostri lettori.

VINI SLOW
 
Abruzzo:

Cerasuolo d’Abruzzo 2011 – Valentini

Puglia:

Brindisi Rosato Vigna Flaminio 2011 – Agricole Vallone

Valentini ha bisogno di poche presentazioni: nell’anno in cui propone un Trebbiano d’Abruzzo 2007 strepitoso, tra i migliori di sempre, ci delizia anche con un Cerasuolo emozionante, che si apre al naso con i sentori del frutto fresco abbinati a sfumature speziate e di caffè; in bocca risulta compatto, con bella progressione sostenuta da una rigida spalla acida. Pur non presentando i suoi due cavalli di razza (Graticciaia e Vigna Castello) la Agricole Vallone ci ha deliziato con un Rosato di ineccepibile fattura, un classico della grande tradizione salentina, esemplare per tipicità, freschezza e pulizia di beva. E tenete conto che lo si trova in enoteca a circa 7 euro …

VINI QUOTIDIANI
 
Veneto:

Bardolino Chiaretto 2011 – Albino Piona

Abruzzo:

Cerasuolo d’Abruzzo Omen 2011 – Citra

Cerasuolo d’Abruzzo Sup. Colle Trà 2011 – Strappelli

 
Puglia:
San Severo Rosato Sogno di Volpe 2011 – Cantina Ariano

Castel del Monte Bombino Nero Pungirosa 2011 – Rivera

Metiusco Rosato 2011 – Palamà

Nardò Rosato Danze della Contessa 2011 – Alessandro Bonsegna
Posta un commento