Come riciclare il pessimo vino regalato dalla zia?

Siete dei rossisti e la vostra lontana zia vi ha regalato l’ennesima bottiglia di Falanghina comprata al supermercato in offerta speciale?
Siete dei grandi sommelier e i vostri amici, per fare bella figura con voi, vi hanno regalato un vecchio Barolo del 1947 morto e stramorto col livello del vino ormai a metà bottiglia? Vi fa schifo il vino e come ogni anno vi regalano una cassetta di cabernet del discount?

Bene, c’è un solo imperativo per voi: riciclare

La cosa non sembra così strana visto che, secondo l'osservatorio dell'Adoc, raddoppiano rispetto allo scorso anno i regali riciclati, che sono ormai quasi il 15% dei regali complessivamente ricevuti, ovvero un regalo su sei, e raddoppiano anche quelli messi in vendita su E-Bay. In particolare, sempre secondo l’Adoc, il vino rappresenta un buon 10% del totale dei regali riciclati.

Non male come percentuale se si pensa che è dietro solo alle solite cravatte e ai guanti e cappellini vari.

Allora che fare con queste bottiglie “scomode”?

Oltre al classico consiglio di metterle in vendita su Ebay, ma solo nel caso abbiano un minimo di valore economico, Percorsi di Vino vi fornisce, tra il serio e il faceto, qualche consiglio utile per il riciclo:
  • creare un serbatoio d’acqua per le piante quando partite per le ferie;
  • se avete delle magnum, svuotatele e con la bottiglia fate dei lumi;
  • creare delle dei portavasi moderni;
  • creare un simpatico recinto al vostro giardino
  • creare degli scaffali a casa vostra;
  • creare un tavolo;
  • fare collane “enologiche”
  • creare dei bicchieri
  • creare dei portacandele;
  • creare dei lampadari;
  • creare dei simpatici piattini.
Basta un po’ di fantasia no?
Posta un commento