Wine Blogger...quando vi pare...

Non farò nomi e cognomi perchè, più che fare facile polemica, vorrei capire se sono io strano/permaloso oppure se davvero c'è qualcosa che non quadra nella vicenda.

Di che si tratta? Dell'annosa diatriba tra blogger e giornalisti istituzionali e, in particolare, su come il mondo del vino, o parte di esso, qualifica le due "categorie".


Tutto nasce da una semplice mail che invio ad una manifestazione enologica che si terrà a Roma dove, con garbo, chiedo se sono previsti accrediti per il mio wine blog. Chiedo, non pretendo, ci mancherebbe altro.

La risposta, che tra l'altro è pervenuta anche da una persona che conosco bene (ma sarà lui davvero che hai risposto?), mi arriva abbastanza rapidamente e, sintetizzando, mi si dice che per i blog non sono previsti accrediti. Gli accrediti stampa sono previsti solo per un certo giorno e solo per le TESTATE GIORNALISTICHE.
Giustamente, mi viene fatto notare, il prezzo di ingresso di 10,00 è abbastanza popolare da permettere a chiunque di partecipare.

Per l'amor di Dio, ci mancherebbe altro, no problem per me che parteciperò con immutato entusiasmo alla manifestazione.

Subito dopo aver pensato queste parole, il miei occhi scorrono ancora la mail e, stupito, leggo il seguente post scriptum: "Vi saremmo grati se il vostro blog segnalasse la manifestazione".

MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Cioè? Non mi riconosci assolutamente titolo di comunicatore del vino, perchè quello ce l'hanno  solo i giornalisti col tesserino, ma dovrei usare il mio blog per farti pubblicità?

Di istinto avrei voluto rispondere che la pubblicità all'evento, a questo punto, la dovrebbero pretendere dalle varie, e per loro importanti, testate giornalistiche. Poi, pensandoci bene, ho rinunciato all'intento, ci mancherebbe pure che passo per quello che si impunta per un accredito negato....

La sostanza, comunque, rimane: ci sono persone competenti, che organizzano interessanti manifestazioni sul vino, le quali non capiscono ancora l'importanza del web o, peggio, che fanno finta di non saperlo. In questo il Vinitaly è maestro. Diciamolo!


In tutto questo, della manifestazione e dei suoi vini scriverò lo stesso con piacere vigilando su quanti articoli giornalistici usciranno in proposito. Vediamo il web è così scroccone e scarsamente significativo come pensano...

P.s: la pubblicità non te la faccio!
Posta un commento