Conservare lo Champagne? Ci pensa Porsche...

Una volta Armani faceva solo i vestiti, Hello Kitty era solo un cartone animato e la Porsche si occupava solo di macchine. Una volta.
Oggi, purtroppo aggiungo io, se siete degli appassionati di bollicine made in France sapete benissimo che bere un flute di ottimo champagne non ha senso se non lo si fa rispettando una liturgia che va dalla coltivazione delle uve all’immagazzinamento del prezioso nettare divino. Il problema dell’invecchiamento dello champagne infatti è molto importante, in quanto una cattiva conservazione finisce per inficiarne gravemente il gusto.

Proprio per questo motivo Veuve Clicquot ha creato, grazie alla collaborazione dei tecnici del Porsche Design Studio, Vertical Limit, una vera e propria cantina anche se in senso moderno, molto elegante e raffinata, in cui conservare le singole bottiglie di pregiato champagne nelle condizioni ottimali.

In questo caso il concetto di cantina, di solito un luogo buio ed angusto, dal quale tenere lontani gli ospiti, viene completamente ribaltato, visto che Vertical Limit rappresenta un elemento di arredo che invece va mostrato a tutti.

La struttura, costruita interamente in acciaio e alta 1,80 metri, può ospitare fino a 12 bottiglie disposte in senso orizzontale; il materiale utilizzato è acciaio assemblato a mano, mentre all’interno la temperatura costante sarà di 12 gradi centigradi come nelle blasonate cantine francesi.

Vertical Limit sarà prodotto in edizione limitata, soltanto 25 pezzi, e sarà acquistabile esclusivamente nei Porsche Design Store di New York e Los Angeles ad un prezzo di 70.000 dollari (una schiocchezzuola..).

Ma con tutti quei soldi non mi affitto a vita una sana e "vecchia" cantina di tufo??

Posta un commento