Annibale, il Nero di Troia firmato I Colossi

I Colossi, giovane azienda famigliare pugliese capitanata da Nunzio Cristallo, è una di quella piccole realtà vitivinicole italiane da tenere sotto controllo perchè incentra tutta la sua filosofia produttiva su un unico grande obiettivo: valorizzare i prodotti della terra di origine, in particolare della zona del barlettano. Per rappresentare adeguatamente la propria terra natia, Nunzio decide di puntare subito valorizzando un grande vitigno autoctono pugliese come il Nero di Troia, un'uva le cui origini si perdono nella notte dei tempi ma che, come fa capire il suo nome, è legata sicuramente alla città di Troia. Si narra, a tal proposito, che il mitico eroe greco Diomede, conclusasi la guerra di Troia, navigasse per il mare Adriatico fino a risalire il fiume Ofanto e lì, trovato il luogo ideale, vi ancorasse la nave con delle pietre delle mura della città di Troia che aveva portato con sé come zavorra, utilizzandole come cippi di confine per delimitare il territorio di quelli da quel momento si chiamarono i Campi Diomedei. Sempre la leggenda aggiunge che Diomede aveva portato con sé, come ricordo, dei tralci di vite della sua terra che, piantati sulle rive dell’Ofanto, dettero origine all’Uva di Troia. E oggi? Fortunatamente l'Uva di Troia non è più destinata a semplice vino da taglio ma come vitigno da vinificare in purezza perchè ricco di personalità e complessità. E di tutto questo Nunzio Cristallo se ne è accorto e ha prodotto il suo "Annibale", vino la cui immagine si ispira alla Battaglia di Canne a cui prese parte il famoso condottiero carteginese Annibale.
Di un bel colore rosso rubino intenso, al naso il vino rivela aromi molti intensi di confettura di ciliegie, ribes e mirtillo seguiti da sensazioni di ciclamino e melograno. In bocca il vini rispecchia la sua terra di origine, è caldo, intenso, con una tannicità ben evidente ma bilanciata dalle componenti morbide del vino, alcol soprattutto. Il finale è di buona persistenza su ricordi di prugna e ciliegia. Concludendo un vino molto interessante e dallo splendido rapporto qualità prezzo, poco più di cinque euro per una bottiglia. Avanti così Nunzio, l'esordio è promettente!
Posta un commento