You are so Bubbly di Christian & Nathalie Chaussard (Domaine Le Briseau)

Christian Chaussard, prima di diventare un affermato vignaiolo naturale della Loira, ha avuto una vita, non solo professionale, molto travagliata che lo ha portato ad arruolarsi nell'esercito francese, a lavorare nel genio civile e, successivamente, ad insegnare per un decennio al Lycée Viticole di Amboise. 
Siamo negli anni '90 e a quel tempo Christian gestiva anche una piccolo vigneto a Vouvray dove metteva in pratica i suoi studi in enologia cercando di perseguire il suo piccolo sogno di vignaiolo che, ad un certo punto, è stato spezzato da improvvise difficoltà finanziare che lo costrinsero a lasciare in breve tempo vigna e lavoro da docente.
Christian Chaussard - Foto:jimsloire.blogspot.com
Il destino, però, aveva un altro disegno per lui perché, poco prima di partire per il "nuovo mondo" e cambiare vita, incontra Nathalie Gaubicher, attrice svizzera con un diploma di enologo e sommelier, con la quale riaccende il sogno di produrre vino nella sua terra di origine. La ricerca li ha portati a valutare ogni regione vinicola francese fino a quando, nel 2002, si stabilirono nel Jasnières/Coteaux-du-Loir, zona nord della Touraine, dove iniziarono a coltivare i primi 4 ettari di vigneto, soprattutto Chenin Blanc e Pineau d’Aunis, piantati su terreni ricchi di argilla e silice.
Il lavoro procede bene tanto che, tre anni dopo, fondano un piccolo négoce, chiamato Nana, Vins & Cie, tramite il quale comprano uve da fidati contadini della zona per poi vinificarle autonomamente e produrre vini totalmente naturali grazie anche ad una scelta agronomica improntata al biologico (certificazione Qualité France) e ai principi della biodinamica.
Il fato non è certamente con Christian e, dopo avergli regalato un cancro, nel 2012 gli causa un incidente di lavoro che gli fa perdere la vita lasciando a Nathalie e ai loro figli l'eredità di produrre i vini che aveva sempre sognato.
Domaine Le Briseau, nonostante tutto, oggi è diventata un'affermata realtà estendendosi per circa 11 ettari dove troviamo Pineau d’Aunis, Gamay (6,5 ettari) e Chenin Blanc (4 ettari) coltivati col solo uso di sali di rame, zolfo, tisane, decotti di ortica e olii essenziali.
Nathalie Gaubicher - Foto: http://jimsloire.blogspot.it/
L'azienda, nel corso del tempo, ha spesso dato vita ad etichette molto eccentriche (vedi Patapon) e vini molto originali tra i quali spicca "You are so Bubbly" (ma troviamo anche il "You are so Beautiful" e "You are so Nice"), un frizzante naturale nato da un sapiente blend di cabernet sauvignon, cabernet franc e carignan, che al naso si espreime su intriganti note di fiori rossi e fragolina di bosco. Al sorso è sapido, rigoroso e di facile beva soprattutto quando in estate, epoca in cui l'ho bevuto, il sole picchia duro e la sete è tanta. 
Foto:vinare.blogspot.com
Brindo a te caro Christian, grazie per questa idea di vino dove il cuore sovrasta la mente e, mi raccomando, tieni una bottiglia in fresco anche lassù che certe passioni non muoiono mai!!
Posta un commento