La guida delle guide del vino celebra l'ES 2011 Gianfranco Fino

Il risultato, pubblicato da Winenews.it, emerge dal semplice incrocio delle liste dei migliori, redatte dalle guide 2014, senza, evidentemente, scendere nel dettaglio delle specifiche modalità di valutazione, adottato dai vari team di degustazione (per la guida Vini d’Italia “Gambero Rosso” i “Tre Bicchieri”; per la guida Vini d’Italia de “L’Espresso”, le “Cinque Bottiglie”; per la guida “I Vini di Veronelli”, le “Tre Stelle”; per la Guida “Duemilavini” di Ais/Bibenda, i “Cinque Grappoli”; per l’“Annuario dei migliori vini italiani” di Luca Maroni, i vini che totalizzano il punteggio più alto nell’indice di piacevolezza, e, per la guida di Slow Food, “Slow Wine”, i “Grandi Vini”, cioè quelli che rappresentano il meglio dal punto di vista organolettico). 

Complimenti, perciò, ancora una volta a Simona e Gianfranco Fino che hanno bissato il risultato del 2011 quando, assieme al Sassicaia, avevano per la prima volta scalato la vetta della classifica generale con l'ES 2009.

Foto: www.assaggiasudest.it

Posta un commento