Wine Blogger per passione, certo, ma non stupidi

Non vi dirò chi o per quale motivo ho ricevuto questa proposta di collaborazione ma, dopo averla letta e riletta mi è venuto in mente il post che Agnese Gambini, food blogger, ha scritto qualche tempo fa sulla relazione tra blogger e aziende.

A me, come dicevo, è arrivata nel mese di Agosto una mail con la quale XXX mi proponeva un possibile coinvolgimento per diffondere un certo XXX.

All'inizio ho pensato che non ci fosse problema visto che, normalmente, questo tipo di attività "promozionali" le gestisco da solo sul mio blog senza essere invitato a farlo. 

La cosa interessante è avvenuta con la successiva mail con la quale mi si proponeva la veste di blogger accreditato se avessi espletato le seguenti attività:
  • un articolo generico da pubblicare sul tuo blog in questi giorni o, al massimo, entro agosto
  • un intervento per creare aspettativa
  • una serie di articoli relativi alle tue esperienze nel corso della XXX
  • articoli di riepilogo 
A queste attività, sarebbe opportuno affiancare un corrispondente battage sui canali social di Percorsi di Vino.
    P.S.: importante inserire negli articoli i riferimenti alle fonti ufficiali di XXX, ovvero:
    Sito web: XXX
    Pagina Facebook: XXX
    Twitter: XXX
    e, nei tweet, inserire l'hashtag ufficiale: XXX

    Capirete voi che, vista la mole di lavoro assimilabile ad una web agency o ad un social media partner, ho declinato gentilmente l'invito che sarebbe diventato troppo oneroso per me visto anche che tutto questo andrebbe fatto GRATIS con in cambio al massimo la possibilità di avere delle interviste in esclusiva a tizio e caio con ingresso privilegiato (grazie, molto gentili).

    La domanda che mi faccio è: perchè devo fare un lavoro di social media marketing per tizio quando questo non è certamente una ONLUS e dispone di un  team che sicuramente è pagato per fare il suo lavoro? 

    Sapete qual'è il male dei blogger? Che molti, troppi, pensano che siamo qua a ricercare SEMPRE la massima visibilità che, dovete sapere, dovrebbe essere cercata con la qualità dei post e non per la...quantità.

    Percorsi di Vino è un piccolo blog di periferia però sappiate che anche da queste parti la serietà e un certo tipo di lavoro hanno valore. Sempre.

    Foto: ifiglidipratt.com

    Posta un commento