Ciachè? Il Txakoli dei Paesi Baschi!


Fino ad ora vi ho fatto due scatole tante parlando di Pintxos e cucina basca, oggi torno ad essere un grande appassionato di vino e vi vorrei parlare del Txakoli, il "vinello" basco per eccellenza che ogni barista vi servirà, versandovelo dall'alto, con ogni Pintxos preso tra le strade di San Sebastian e Bilbao.

Ma che è sto Txakoli (pronunciato Ciacolì)? E' un vino bianco leggermente frizzante che si produce nelle aree a denominazione di origine DO  di Álava, Getaria e Vizcay.


Spulciando su internet ho potuto capire che nella prima zona il Txakoli è coltivato in oltre 55 ettari attorno alle città di Artziniega, Ayala, Llodio, Okondo e Amurrio dove, tra l'altro, si trova la cantina più antica della denominazione d’origine di Álava, El Txakoli. Il disciplinare di produzione per questa DO prevede l'uso principale dell'uva Hondarribi Zuria con la possibile aggiunta di Bordeleza Zuria (Folle Blanche), Izkiriota Ttipia (Petit Manseng), Izkiriota (Gros Manseng) and Courbu.

A Vizcaya, invece, i comuni di riferimento per la produzione di Txakoli sono Orduña e Orozko. In queste terre le uve ammesse, Hondarribi Zuria, Folle blanche (chiamato da quelle parti Munemahatsa) e Hondarribi Beltza (bacca rossa), sono coltivate per oltre 150 ettari e danno annualmente circa 700.000 litri di Txacoli. 

Le principali località di produzione del Txakoli con DO di Getaria sono la stessa Getaria, Zarautz e Aia. Questa regione, che ha incrementato ultimamente la produzione di Txakoli portando gli ettari vitati da 66 a 177, ha una peculiarità rispetto alle altre: coltiva le uve, la bianca Hondarribi Zuria e la rossa Hondarribi Beltza, attraverso un sistema a graticcio (chiamato parra in basco). 

Fonte: Wikipedia
Io, che non mi fido molto del vino versato dai vari osti locali, ho voluto comprare in enoteca una bottiglia del miglior Txakoli (secondo loro..) in circolazione. Ed ecco qua, la recensione del mio primo (ed unico) vino basco acquistato: Ameztoi - Getariako Txakolina Primus 2010.


Il vino fa parte della DO Getaria ed è prodotto dalla storica cantina Ameztoi con il solo uso di uve Ondarrabi zuri e Ondarrabi Beltza le cui bucce, per questo vino, sono state mantenute a contatto col mosto (sur lie) per qualche giorno al fine di estrarre la massima complessità aromatica del vitigno.
Questo però non deve trarre in inganno nessuno perchè, nonostante tutti gli sforzi, il vino rimane sempre di un colore verdolino chiaro, leggermente frizzante, con odori molto lievi e freschi di mela verde, pesca bianca, lime, finocchio e un tocco di mandorla verde.
In bocca è scattante, dinamico, agrumato quanto basta e, forse, con una struttura ed una complessità leggermente migliori rispetto ai "classici" Tkakoli da osteria. Nulla comunque di esaltante, il vino ha una persistenza breve anche se la sua acidità invita alla beva di frequente.

Un paradiso per i ristoratori che devono vendere Pintxos in quantità!!

Vigneti aziendali
Txakoli in imbottigliamento



Posta un commento