Di ritorno da Eat-Alia: piccoli appunti di un viaggio alla scoperta del gusto

Eccoci di ritorno dalla prima edizione di Eat-Alia, suggestiva kermesse enogastronomica organizzata da Cosimo Errede, col valido supporto di Pamela Guerra, all'interno del bellissimo Castello Ducale Orsini Bottoni nelcentro storico di Fiano Romano (Roma). Che dire, è stata una giornata ricca di emozioni perchè ho incontrato vecchi e nuovi amici e ho scoperto tantissime realtà enogastronomiche di grande interesse. Tanti sono i ringraziamenti che vorrei fare: anzitutto vorrei ringraziare Cosimo e Pamela per la loro ospitalità e la grande cura che hanno messo nel mettere in piedi una manifestazione simile. Ragazzi continiuate così. Dopo di che vorrei ringraziare Davide Canina de "La Terra dei Vini" con cui collaboreremo sicuramente in futuro a Roma, insieme al mio Enoclub, per promuovere i vini piemontesi da lui selezionati (seguiranno articoli ad hoc per le degustazioni effettuate). Menzione d'onore ai prodotti della Brencio di cui ho potuto degustare i buonissimi formaggi sott'olio e le formidabili marmellate. Aspetto campionatura....
Un altro incontro importante è stato quello con Luciano di Podere San Lorenzo per la passione che mi ha tramesso parlando della sua piccola grande azienda di Montalcino. Anche a te, se vorrai, ti dico a presto.....
Altro caloroso abbraccio va alle signore dell'ADRICESTA onlus per quanto fanno per i bambini più bisognosi. Bellissima e calorosissima è la vostra sciarpa e a presto per una serata di beneficenza, magari anche con Alessandro Preziosi come ospite d'onore.
Un altro caloroso ringraziamento va fatto poi alla regione Puglia per avermi fatto scoprire due realtà "golose": la prima è rappresentata da "Sapori di Casa", una piccola azienda familiare che produce sottoli, sughi, patè, sciroppati e confetture di grande qualità. Medaglia d'oro per la confettura extra di uva. L'altra bella realtà pugliese è rappresentata dall'azienda vitivinicola "I Colossi" che col suo Nero di Troia mi ha davvero sorpreso: una qualità del genere a cinque euro al dettaglio è difficilmente perseguibile. Continua così Nunzio, vedrai che sarai i tuoi sforzi verranno premiati. Ti aspetto a Roma!
Proseguo il mio percorso andando a ringraziare Paolo Carlo Ghislandi di Cascina Carpini perchè mi ha fatto cambiare idea sul barbera: è vero Paolo, vinificato come si deve da vita a grandissimi vini e il tuo Brama d'Autunno, di cui seguiranno note gustative, rappresenta un vero capolavoro. Sarò per me un onore presentarti a Roma! Grazie anche a tua moglie per il buonissimo Olio del Garda che mi ha fatto degustare, una vera perla.
Virtualmente vorrei poi stingere la mano, per la competenza e la passione dimostrata, ad altri produttori e esperti del settore che ho incontrato durante la mia permanenza ad Eat-alia: Domenico Sciutteri dell'associazione "Gustamente", il signor Sandro dell'azienda "Cantine Lonardo" per la singolare esperienza organolettica avuta durante la degustazione del suo "Grecomusc", Daniele Chiappone dell'azienda piemontese "Erede di Chiappone Armando" per il suo bellissimo Barbera d'Asti d.o.c. superiore Nizza 'RU', altro esempio di come si può fare un bel vino da uve barbera, e Filippo Ronco, grande capo vinixiano.
Concludo questa mia panoramica menzionando e ringraziando ancora una volta Cosimo Errede per la caparbietà con la quale ha raggiunto il suo sogno, tutti noi dovremmo prendere lezioni da lui in questo.
Al prossimo anno con Eat-Alia!
Posta un commento