E questo sabato sono a Radda nel Bicchiere

Radda in Chianti è uno splendido borgo medievale nel cuore della Toscana che farà da cornice, ancora una volta, alla quindicesima edizione di "Radda nel bicchiere", in programma sabato 5 e domenica 6 giugno, promossa dalla Pro Loco, dal Comune di Radda in Chianti e dal Consorzio Vino Chianti Classico.
Per me e Stefania sarà l'occasione di incontrare i vecchi amici dell'Enoclub Siena e per degustare la nuova produzione (e spero anche la vecchia) di alcuni dei miei produttori di vino del cuore: Martino Manetti (Montevertine), Michele Braganti (Monteraponi), Paolo Cianferoni (Caparsa) e Paolo Bianchi (Val delle Corti).

La mia giornata inizia sabato alle ore 10 presso il Convento di Santa Maria al Prato con il seminario dal titolo "Sangiovese del Chianti e Nebbiolo del Barolo: vitigni cugini?", condotto da Carlo Macchi, direttore del giornale online "Winesurf", che guiderà i presenti attraverso le differenze e le similitudini di questi due grandi vitigni. Nel pomeriggio, dalle ore 14 fino alle 19, la festa si sposterà lungo la via centrale del paese per le degustazioni e l'acquisto, grazie all'offerta "Prezzo di fattoria", di bottiglie al prezzo della vendita diretta, nelle enoteche del paese.
In tale ambito non mancherò di fare una scorpacciata di Sangiovese, almeno qua Rivella ancora non è arrivato....
Domenica non ci sarò ma vi suggerisco di non perdere l'evento organizzato dall'Enoclub Siena dal titolo emblematico: l'elogio dell'invecchiamento. Si degusteranno vecchie annate dei Cru dei Viticoltori di Radda in Chianti: Montevertine, Poggerino, Caparsa, Vignavecchia, Monteraponi, Pruneto, Val delle Corti, Castello d’Albola, Monterinaldi e Terrabianca. Appuntamento alle 17.30 presso la Saletta in Piazza Castello.

Lunedì pubblicherò tutte le mie impressioni.

Buon fine settimana!
Posta un commento