Nasce il Vinix Grassroots Market

Filippo Ronco, oltre ad essere un grande appassionato di vino, è indiscutibilmente un precursore.
Fondatore nel 2000 di TigullioVino.it, è sua l'idea di dar vita a Vinix, il primo social network sul vino, a cui segue la creazione di VinoClic, la prima concessionaria di pubblicità online rivolta agli inserzionisti del mondo wine & food. Non solo! Conoscete Terroir Vino e il Vinix Unplugged Unconference? ok, anche quella è roba sua.
Filippo non si ferma mai e qualche giorno fa ha dato vita, forse, al suo più grande e visionario progetto: il Vinix Grassroots Market.


Vgm, così come lo chiama lui, è una sorta di grande ENO-GAS dove non ci sono intermediari, una sorta di mercato dal basso dove, ovviamente, più compri e meno spendi, sia che tu sia un professionista, sia che tu sia un privato, sia che siate un gruppo di amici. 
Le regole sono uguali per tutti e trasparenti e il rapporto di acquisto è diretto tra chi produce e chi compra.
Come scrive Ronco il Vgm è un vero social commerce all'interno di un social network verticale dove il vino e i relativi produttori sono stati selezionati sul lavori di anni di assaggi per TerroirVino da parte dei collaboratori più stretti e fidati e dei recensori più in gamba del network.


In pratica, come funziona? Basta cliccare qua per andare sulle FAQ e tutto è molto più chiaro e semplice.

Sia che siate un singolo sia che siate una cordata di persone non abbiate paura a lanciare un acquisto di vino (minimo 12 bottiglie per i singoli e il capo cordata e 6 per i c.d. gregari), il pagamento tramite carta di credito e Paypal è semplice e sicuro e tutte le spedizioni sono gestite e garantite dagli stessi produttori.

Ah, se volete lanciare un Vgm da Roma...io ci sono!

Posta un commento