Appunti di degustazione. Verticale storica di 7 annate di Taurasi Docg di Michele Perillo sul Gambero Rosso Web

Quando inizi ad appassionarti del mondo dell'enogastronomia, così come me, e cresci col mito del (Forum) Gambero Rosso, scrivere sull'edizione web della rivista è quasi un sogno.



Questo è l'inizio del mio articolo:

Se in Italia c’è un vignaiolo che non ama la luce dei riflettori questo ha un nome ed un cognome: Michele Perillo. La sua storia, ufficialmente, inizia nel 1999 quando, aiutato da Carmine Valentino - ancora oggi il suo enologo - imbottiglia la prima annata di Taurasi. Prima di quella data Michele Perillo, un passato da dipendente della Ferrero, si era fatto il vino per sé e per gli amici conferendo il resto dell’uva ad altre aziende irpine. E per molto tempo rimaneva disorientato quando qualcuno si spingeva fino a Castelfranci, sud-est dell’areale del Taurasi Docg, per visitare le sue vigne e la sua piccola cantina.

Se volete scoprire il resto cliccate su questo link!
Posta un commento