Attenzione il vino blu esiste ed è già in mezzo a noi!!

Tanto tempo fa, se vi ricordate, ci fu un grande scandalo legato alla mozzarella blu le cui cause erano dovute alla presenza di batteri del tipo Pseudomonas fluorescens. 

Ovviamente nessuno aveva intenzione di mangiare quel latticino che sembrava uscire dal mondo dei Puffi.


Foto: www.meteoweb.eu

Se invece vi proponessero un vino blu, lo berreste? Io, ad esempio avrei più di una remora ma, a ben vedere dagli articoli apparsi in questi giorni sul web, molti wine lovers come me nel mondo non hanno battuto ciglio quando l'azienda spagnola Gik ha proposto loro di bere il primo VINO BLU al mondo. Sì, avete capito bene, un gruppo di giovani spagnoli (viticoltori, designer, programmatori, artisti e musicisti), con l'aiuto dell'Università dei Paesi Baschi, ha avviato questa start up utilizzando l'uva di vari vigneti sparsi in Spagna ovvero da La Rioja, Zaragoza, León e Castilla-La Mancha.


Il vino, prodotto attraverso la vinificazione di uve a bacca bianca e rosse a cui sono aggiunte, per ottenere il colore blu, antocianina, contenuta nelle bucce dell'uva rossa, ed indiogotina, un colorante naturale.


"Abbiamo mescolato un po' le carte per vedere cosa sarebbe successo" così i sei creativi dietro il vino blu hanno commentato il loro nuovo prodotto che si prefigura facile da bere grazie al suo grado alcolico di 11,5%.  

Il video sottostante spiega velocemente come questo "blue wine" è prodotto.



Il vino oltre in Spagna sarà presto in vendita in Germania, Francia e Regno Unito a circa 10 euro. Non vedete l'ora di comprarlo eh!!!


Posta un commento